Uncategorized

Gli errori da evitare quando si rinnova la cucina

gennaio 31, 2019

GLI ERRORI DA EVITARE QUANDO SI RINNOVA LA CUCINA

Stai realizzando la tua prima cucina? O stai semplicemente rimodernando l’ambiente? Non importa se sei un neofita dell’arredo o se ti sei già trovato a compiere queste scelte. In entrambi i casi una serie di errori tipici incombono su chi si appresta a rinnovare i mobili o semplicemente alcuni elementi di quest’ambiente. Conoscerli è un buon metodo per non compierli inavvertitamente e non trovarsi a subirne le conseguenze. Ecco i più comuni:

1) La cucina non è un ambiente isolato. E’ una questione fondamentale considerare anche il resto dell’arredamento. Un modello classico o addirittura rustico non legherà affatto con un salotto moderno, dalle linee minimaliste ed essenziali. E’ un discorso che in parte si può fare anche per la struttura architettonica della casa: in un casolare ottocentesco di campagna diventa più complicato inserire armonicamente una cucina di aspetto moderno, o addirittura di tendenza. In alcuni casi, cioè quando rientra in una precisa scelta stilistica, è possibile. Ma è necessaria l’opera di un arredatore o di un architetto.

2) Non scegliere con superficialità. Rinnovare la cucina non significa solamente impegnarsi nello scegliere un bel modello. Anzi, per una cucina funzionale, l’aspetto più o meno gradevole è l’elemento che incide di meno. Molto più importante è assicurarsi di avere sufficiente spazio per lo stivaggio di tutti gli utensili, piatti, pentole e cassettoni attrezzati con divisori interni, mensole a giorno, ecc., che renderanno più comoda la sistemazione e il loro utilizzo.

3) Non fare scelte basandoti su un’impressione momentanea. Esprimere la propria creatività nell’arredamento è importante, ma la scelta del colore della ante non è forse l’occasione più favorevole per lasciarsi andare a scelte estrose e troppo originali. Se si vuole aggiungere un tocco di stile, meglio concentrarsi su elementi marginali, come maniglie o pomelli dal disegno particolare, oppure accessori vivaci, da tenere sul piano di lavoro. L’importante è selezionare un’anta che, in base ai gusti personali, possa andare bene a tutta la famiglia per almeno altri 15 anni, e non farsi conquistare da una proposta vistosa.

4) Non trascurare l’illuminazione. Molti non danno la dovuta importanza alla qualità dell’illuminazione dell’ambiente cucina e non si preoccupano di studiare una corretta disposizione dei punti luce, in base a quella delle zone operative. Magari non è la parte più divertente della progettazione, ma un buon piano di illuminazione servirà senza dubbio a rendere più sicura ogni operazione e ad accrescere la funzionalità dei mobili stessi.

5) Non cambiare idea nel bel mezzo dei lavori. Se i cambiamenti riguardano gusti personali che tendono a mutare repentinamente, prima di comunicarli al progettista o all’architetto che si è messo già in opera, è meglio valutarli sul piano economico. Sostituire il piano di lavoro o i pannelli che rivestono gli elettrodomestici potrebbe far lievitare parecchio il conto finale. Quindi, se cambiare idea è una tua caratteristica, sarebbe utile considerare prima in che misura lasciarsi andare alle inclinazioni personali o, al limite, propendere per scelte che potranno stancarti meno facilmente.

6) Studia la disposizione della cucina. Rinnovare l’ambiente significa anche riconsiderare la disposizione di ogni modulo. Se ti sei stancato di percorrere tutta la cucina per raggiungere il frigorifero, non esitare a considerare in piena libertà qualche posizione alternativa rispetto a quello cui eri abituato.

7) Non acquistare elettrodomestici in base alle tue aspirazioni. Si può essere appassionati di cucina anche senza essere degli chef affermati. Ma di sicuro non sarà acquistare il più costoso ed accessoriato dei microonde a rendere chiunque un gourmet affermato, specie se non si ha la minima esperienza di cucina elaborata. Essere realistici, concentrarsi sulle proprie concrete necessità, ti aiuterà nell’acquisto degli elettrodomestici che fanno al caso tuo.

ALTRI ARTICOLI CORRELATI:

0 likes