Senza categoria

I cinque piani funzionali di Elektra

aprile 17, 2019

I CINQUE PIANI FUNZIONALI DI ELEKTRA

“Elektra” è una cucina di spessore, e non è una definizione astratta.

Il nuovo programma disegnato da Pietro Arosio per Ernestomeda, protagonista anch’esso dell’ultima edizione di Eurocucina, si distingue per le linee semplici e chiare e per la progettazione ergonomica, intelligente e corretta dei suoi volumi.

E’ stata infatti organizzata in cinque strati orizzontali che la caratterizzano visivamente e funzionalmente.

Ad ogni piano la sua funzione

Lo strato più basso è formato da una sequenza di cassettoni, adatti a contenere le attrezzature più ingombranti e voluminose.

Il secondo strato si trova nella fascia immediatamente al di sotto del piano e si articola in cassetti, utili per contenere e sistemare razionalmente tutti gli utensili che hanno la necessità di essere facilmente reperibili.

Il piano di lavoro costituisce il terzo strato. E’ quello maggiormente personalizzabile per funzionalità ed estetica. Si possono liberamente combinare acciaio inox, Corian®, marmo, laminato, tutti in varie sagome, forme e spessori.

Il quarto e il quinto strato di “Elektra” identificano la zona pensili.

Il quarto è posizionato ad un’altezza che ne permette una facile ispezione ed un immediato utilizzo, anche grazie ad un’insolita apertura a ribalta, che regala ampia libertà di movimento.

L’ultimo strato, il quinto, è di fatto una capiente dispensa da riservare, ad esempio, alle provviste alimentari. E’ facilmente raggiungibile, anche senza l’ausilio di scale.

Elementi, materiali, particolarità

Per mantenere l’apparenza della ante nitida e liscia, è stato montato un nuovo modello di maniglia ad incasso (“Less”) in zama pressofusa verniciata bianca, nera o argento.

Le ante sono intervallate da una gola piatta in alluminio finitura argento, orizzontale per le basi e i pensili, verticale per gli armadi.

Le innovazioni interessano in particolar modo la zona pensili.

Appositamente per “Elektra” è stato disegnato “Affix” una nuova tipologia di pensile alto cm. 72. E’ realizzato con 2 ante (da cm 45 quella superiore e da cm 24 quella inferiore) separate orizzontalmente dalla gola in alluminio. L’anta superiore ha un’apertura a vasistas, mentre quella inferiore si apre a ribalta. I due vani sono separati da un ripiano luminoso (foto1).

Anche “Hanglass” è nuovo: si tratta di un particolare pensile in vetro con schienale retro illuminato in Corian® traslucido, alto cm 26 e disponibile in cm 75 o in cm 165 di lunghezza (foto3).

Come piano di lavoro si può scegliere di inserire un top in acciaio inox di spessore alto (mm 60) nelle finiture semilucido e satinato. Si chiama “Deck” ed è disponibile anche con una nuova zona di preparazione “Wash up” formato da un doppio lavello ribassato, che accoglie una doppia vaschetta forata in acciaio sovrastata da un tagliere (foto2). Il top può accogliere zone cottura integrate o montate ad incasso tradizionale. Un’altra possibilità è “Chart”, il top in Corian®, dello stesso spessore, disponibile nel colore Glacier White (foto2).

Anche gli armadi “Lumen” fanno parte delle possibilità compositive di “Elektra”. L’interno ha lo schienale luminoso e i ripiani in cristallo (foto4).

Autore: Ilaria Gentilucci

0 likes