Senza categoria

I rivestimenti effetto fashion

aprile 7, 2019

I RIVESTIMENTI EFFETTO FASHION

Continuando il viaggio fra le tendenze più recenti della ceramica per la casa, sono da notare le innumerevoli contaminazioni con il mondo del fashion, del design d’arredo e dell’architettura. E’ un’influenza che non si esaurisce nell’estesa gamma dei colori e delle finiture, ma si estende alla concezione stessa del rivestimento, considerato come elemento a sé stante, decorativo prima ancora che funzionale.

Ceramica fashion

Presente già da qualche tempo, di anno in anno questa ispirazione si sta consolidando sempre di più. Dalla moda la ceramica sta rubando gli stessi motivi e colori che si vedono sfilare sulle passerelle di tutto il mondo e si apre alle forme più diverse: da fantasie fiorate, importanti o delicate, a ori, argenti e metalli per atmosfere vintage, a disegni e finiture insolite, che riproducono sofisticate suggestioni etniche.

Per motivi e colori non ci sono limiti, al rivestimento si riserva la stessa cura dovuta ad un abito sartoriale.

La collezione “Le lacche” di Marazzi (foto a sinistra) ha nella gamma di colori anche il rosso acceso, con effetto smaltato. Il colore pieno si può combinare con cornici e inserti di forte impatto grafico. Le piastrelle sono in grès porcellanato.

L e decorazioni della collezione “Atelier Galassie” di Maestri Majolicari (foto a destra) sono interamente realizzate a mano su materiale ceramico in bicottura. Smalti vivaci si alternato a incisioni, inserti e colori preziosi.

Struttura e terza dimensione

Una delle alternative di tendenza è un piastrella lavorata in superficie con graffi, incisioni o rilievi capaci di catturare la luce.

Un elemento tradizionalmente piatto acquista così una terza dimensione e viene costruito come una microarchitettura. La materia emerge dalla superficie e la piastrella diventa un elemento da percorrere anche con le dita oltre che da apprezzare con la vista.

La collezione “Contrasti” di Aspiro è realizzata in bicottura tradizionale, con struttura ottenuta per formatura superiore. Nella foto, il motivo in rilievo Lovely Lace ripropone un effetto damascato, tipico di alcuni tessuti.

Quadri ceramici

Riviste anche nei formati, ora disponibili in dimensioni extralarge rettangolari impensabili fino a poco tempo fa, alcune piastrelle sono concepite per nuovi criteri compositivi.

Valorizzate sempre più nella loro valenza d’arredo, sono pensate come elementi singoli, differenziati e irregolari, per composizioni murarie che possono sostituire benissimo quadri o arazzi.

E’ questo un nuovo concetto di utilizzo del rivestimento, adatto a decorare porzioni ridotte di pareti e mutuato dall’arte del mosaico.

Le “Pareti d’autore” di Design Tale Studio (foto a sinistra) seguono questa logica: punto d’incontro fra industria e arte, non sono solo decori realizzati in serie, ma prodotti studiati con cura sulle esigenze del progettista, con lo scopo di ottenere esiti unici e irripetibili.

La collezione “Wallpaper” di Aspiro (foto a destra) include una serie di disegni di cm 10×40 con applicazione manuale da tecnica fotografica. Grafiche tipicamente anni 50 e ricerca d’avanguardia si fondono per creare muri ceramici di spiccato gusto vintage.

Autore: Ilaria Gentilucci

0 likes
Related Posts

Senza categoria

Iittala, il design che viene dal Nord

aprile 13, 2019 0 0

Senza categoria

Il design che reinventa gli oggetti

marzo 22, 2019 0 0