Senza categoria

I regali per chi ama il Nord

settembre 17, 2019

I REGALI PER CHI AMA IL NORD

Se stai cercando un regalo per qualche amico con la passione per i paesi del Nord Europa, avrai solo l’imbarazzo della scelta per il Natale di quest’anno. Fra le infinite possibilità potrai spaziare da oggetti pratici e divertenti fino ad autentici must di un design che può vantare una lunga ed onorata tradizione. Il tutto all’insegna dell’essenzialità e del colore.

Colore e forme dalla Finlandia

Sono spessi appena 3 mm e sono modellati in maniera originale. Oltre che in legno di ciliegio (nella foto) i piatti in legno della finlandese Showroom sono disponibili anche in legno di betulla e noce. Un’idea particolare per apparecchiare una tavola delle feste diversa dal solito.

Per molti il suo nome è sinonimo stesso di design finlandese. Di certo Alvar Aalto ha contribuito in larga parte a renderlo famoso in tutto il mondo, grazie ad opere dallo stile inconfondibile. La sedia 41 detta “Paimio”, è una delle più rappresentative: disegnata nel lontano 1931-32 per il sanatorio Paimio è realizzata completamente in legno di betulla. La struttura di sostegno è in legno massiccio mentre la seduta è in lamine di compensato curvato capaci di reggere il peso grazie alla grande flessibilità ed elasticità del materiale. Artek la ripropone in bianco e nero.

Maija Isola è una famosa designer di tessuti. I suoi disegni biomorfi, vivaci e coloratissimi, che prendono ispirazione anche dalla tradizione folk finlandese, sono l’anima delle fantasie più famose di Marimekko, ancora oggi riproposte in tantissimi prodotti. La fantasia “Kioto” di questo grembiule è stata creata dalla designer nel 1976. Il motivo è formato da forme delicate e riquadri di differenti colori, che danno al tessuto l’aspetto di un patchwork.

Ironia e stile danese

Stile pulito ed indiscutibile funzionalità, frutto dell’ingegnosità di Arne Jacobsen. Il set di posate prodotto da George Jensen fu disegnato dal famoso architetto nel 1957 ed è stato riproposto per il suo design futuristico, ancora ironicamente senza tempo. Create in origine per il SAS Royal Hotel di Copenhagen, il set fu fortemente discusso quando fu lanciato alla metà degli anni ’50. La forma essenziale e i contorni snelli lo hanno ora reso un cult del design.

Il rosa è solo uno dei colori disponibili per la vivace vaschetta in gomma per lavare i piatti di Normann Copenhagen. Abbinata ad uno spazzolone in faggio con setole naturali, la ciotola si può modellare a seconda dell’oggetto che ci si mette dentro. Ole Jensen, il designer, l’ha ideata un giorno in cui si è trovato a dover mettere le sue fragili porcellane all’interno del suo inflessibile lavello d’acciaio. Il risultato è stato un utensile flessibile e robusto, in un materiale resistente che può essere proposto in una grande varietà di colori. La vaschetta colorata per lavare i piatti aggiunge un tocco poetico ad un gesto ripetitivo e qualche volta noioso.

Le forme semplici ma mai banali sono quelle che caratterizzano anche il candelabro di Evasolo: lunghi bracci snelli, curve aggraziate e stile raffinato sono le qualità che possono dare un tono particolarmente ricercato ad ogni tavola imbandita. E’ disponibile nella versione a tre o a quattro bracci.

Autore: Ilaria Gentilucci

0 likes
Related Posts

Senza categoria

I cestoni … in vimini

ottobre 7, 2019 0 0

Senza categoria

Il libro di Franco Battiato

settembre 16, 2019 0 0