Senza categoria

Il libro di Franco Battiato

settembre 16, 2019

Anno di pubblicazione: 2010

Il primo libro scritto da Franco Battiato da una parte stupisce e crea ammirazione per l’ennesima disciplina creativa alla quale il cantautore siciliano si è dedicato oltre a musica, pittura, regia cinematografica. Dall’altra consola chi temeva di restarne deluso, perchè in generale il tema del cibo potrebbe sembrare lontano dalla figura ascetica del cantautore.

Sowa Rigpa scritto da Battiato insieme a Giuseppe Coco, esperto di medicina tradizionale tibetana, nutre il lettore che è alla ricerca “un’alimentazione consapevole”; viene coinvolto dall’alto livello delle informazioni trasmesse attraverso un dialogo amichevole. Non si tratta infatti di un saggio, di un ricettario o di un libro di dietologia, ma di molto altro.

Nello scambio di opinioni sul cibo fra i due interlocutori c’è grande considerazione per il benessere della persona e il buon funzionamento dell’organismo. Il libro offre spunti di riflessione riguardanti la propria salute, invita alla scelta di atteggiamenti etici e rispettosi verso se stessi e l’ambiente.

Scopriamo così che il musicista da alcuni anni ha rinunciato a caffè, fumo e alcol, ma che ha trovato irresistibile e di una “bontà pazzesca” un panino del fast food. Due atteggiamenti contrastanti che fanno parte di ognuno di noi, ma raccontati con leggerezza, perchè lo spirito del libro è quello di non fornire soluzioni categoriche, evitando espressioni aggressive.

L’ultima parte è dedicata alle ricette suddivise per stagioni (comprese quelle intermedie che sembrava non esistessero più), all’arte del riciclo con idee per rielaborare gli avanzi. Scoprite le ricette per l’autunno tenendo presente che “mangiare non è solo un bisogno fisiologico”.

Gli autori dedicano parte dei diritti del libro per il restauro del Rigzin Rabpel Ling, un’antica struttura che ha più di 800 anni, che è un centro Ngakpa molto importante situato nella regione dell’Amdo (Tibet), nella speranza che questo edificio possa continuare a testimoniare la sua storia perché i luoghi dello spirito rafforzano le persone che li visitano e la natura che li circonda.

Autore: Matilde Bonatti

0 likes
Related Posts

Senza categoria

Il design che reinventa gli oggetti

marzo 22, 2019 0 0

Senza categoria

Armadi in cucina

settembre 19, 2019 0 0

Senza categoria

Idee regalo per la cucina – Parte I

aprile 16, 2019 0 0